media partner
in collaborazione con
barretta17-1

Il Premio Zavattini a Palermo

Prosegue il tour di presentazioni del Premio Zavattini 2017. Il prossimo venerdì 26 maggio, alle ore 15:30, la Fondazione AAMOD in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Sicilia, organizza un’iniziativa presso i Cantieri Culturali alla Zisa.

csc-sicilia-rr

Il Premio Zavattini a Roma!

Giovedì 18 maggio alle ore 15 Paola Scarnati ha presentato il Premio Zavattini 2017 all’Accademia di Belle Arti di Roma (Sede Largo Dino Frisullo, ex Mattatoio Testaccio).

premio-zavattini-esito

L’Istituto Luce sostiene il Premio Zavattini

I progetti che parteciperanno al Premio Zavattini potranno attingere anche all’imponente patrimonio filmico dell’Istituto Luce, grazie a una convenzione sottoscritta da quest’ultimo con la Fondazione Aamod, che promuove l’iniziativa.

Premio Zavattini 2017:
bando aperto fino al 15 giugno!

La Fondazione Aamod ha deciso di prorogare alle ore 12 del 15 giugno 2017 il termine per presentare le domande di partecipazione al Premio Cesare Zavattini. Si è ritenuto opportuno concedere più tempo per l’elaborazione dei progetti soprattutto per le nuove, interessanti opportunità di utilizzo del materiale conservato dall’Istituto Luce-Cinecittà, aperte dal recente accordo siglato con l’Aamod. Si rammenta che la proroga non modifica le modalità di partecipazione previste dal Bando e dal Regolamento: pertanto, le domande e gli allegati dovranno pervenire entro e non oltre il nuovo termine di scadenza, poiché non farà fede la data di spedizione, ma la data di consegna del plico. Coloro che hanno già consegnato i documenti di partecipazione potranno, se lo ritengono opportuno, integrarli fino alla data della nuova scadenza.

I MATERIALI VIDEO SONO DISPONIBILI SUL CANALE YOUTUBE DELLA FONDAZIONE

PREMIO CESARE ZAVATTINI

Al Premio possono concorrere giovani film-maker professionisti e non, di qualsiasi nazionalità, di età compresa tra i 18 e i 35 anni: basta presentare il progetto di un film documentario, della durata massima di 15 minuti, che preveda l’utilizzazione anche parziale del materiale filmico della Fondazione Aamod e degli archivi partner. Tra i progetti pervenuti, una Giuria composta da professionisti del cinema selezionerà sei finalisti, che avranno la possibilità di partecipare a un percorso di sviluppo guidato da registi e producer, e acquisiranno il diritto di poter utilizzare gratuitamente i materiali d’archivio, concessi con licenze Creative Commons. Al termine del percorso di sviluppo, la stessa Giuria assegnerà tre premi, consistenti in servizi di supporto per la realizzazione dei cortometraggi (in produzione e post-produzione), oltre a una somma di 2.000 euro per ciascun progetto.

“L’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio è un archivio più del presente che del passato, e i materiali valorosamente raccolti non stanno là nelle scaffalature in una indeterminata attesa, diventando cioè sempre più archivio, secondo il vecchio vocabolario, ma sono invece percorsi da una viva impazienza di entrare nella dialettica odierna delle lotte democratiche, di contribuire a creare una informazione più libera fin dalla sua radice”.  Cesare Zavattini, 1980