REGIA, FOTOGRAFIA E RIPRESA SONORA
8 Novembre 2021
Proclamati i tre progetti vincitori del Premio Zavattini 2021/2022
14 Marzo 2022

VERSO IL PITCH DEL PREMIO ZAVATTINI 21/22

 

Si avvia a conclusione il percorso formativo e di sviluppo dei progetti cui hanno partecipato i filmmaker finalisti del Premio Zavattini 21/22. Dopo aver approfondito il montaggio della scena e del suono nel cinema documentario, con la montatrice Erika Manoni (Onde radicali, 2021, di G. Pannone; Inane, 2019, di B. Bisha; Marco Polo, 2019, di D. Chiarini; Crazy for football, 2017 di V. De Biasi; Squadra mobile, 2014) e con il montatore del suono Giuseppe D’Amato (La dea fortuna, 2019, di F. Ozpetek; Cinque è il numero perfetto, 2019, di Igort; La paranza dei bambini, 2019, di C. Giovannesi; Iuventa, 2018, di M. Cinque; Sacro GRA, 2013, di G. Rosi), i giovani filmmaker hanno messo a punto i dossier di sviluppo e i teaser dei rispettivi progetti di cortometraggio, lavorando sotto la guida dei tutor Luca Onorati, Luca Ricciardi e Adele Tulli. Sabato prossimo, 12 marzo, si svolgerà il pitch finale con la Giuria, presieduta dal produttore Gregorio Paonessa e composta dalla sceneggiatrice e regista Mariangela Barbanente, dal montatore Luca Gasparini, dalla documentalista Nathalie Giacobino e dalla regista Chiara Malta, durante il quale i finalisti potranno presentare il proprio lavoro, esporre le intenzioni comunicative ed espressive, proiettare i teaser dei propri progetti.

Al termine del pitch, la Giuria si riunirà per scegliere i tre progetti vincitori della VI edizione del Premio Zavattini, che avranno un sostegno produttivo per la loro realizzazione, la possibilità di utilizzare gratuitamente il materiale filmico della Fondazione Aamod e degli archivi partner, il riconoscimento di 2.000 euro ciascuno a lavoro terminato. I cortometraggi saranno realizzati tra marzo e giugno 2022 e verranno proiettati nella Cerimonia di premiazione.